.

logo gen4

.

“Che cosa posso fare io per la pace?”

Sicuramente possiamo pregare; ma non solo: ognuno può dire concretamente “no” alla violenza per quanto dipende da lui o da lei. Perché le vittorie ottenute con la violenza sono false vittorie; mentre lavorare per la pace fa bene a tutti!” (Papa Francesco, all’Angelus del 4 febbraio 2018)

Una gen 4 aveva fatto la stessa domanda a Chiara Lubich al 1° congresso Gen 4 del 1988. E Chiara risponde:  “Per la pace: prima di tutto avere la pace dentro. (….) E poi fare queste attività per un mondo unito, perché un mondo unito è sempre in pace. E poi pregare per la pace”.

Poi ancora nel 1996: “Chiara, perché non c’è la pace? Cosa possiamo fare noi Gen 4?” “(…) non c’è la pace sulla terra perché non conoscono l’amore, non conoscono l’amore, allora non fanno pace (….)invece se conoscessero l’amore, si vorrebbero tutti bene e la pace ci sarebbe subito. Ecco, allora, che noi che conosciamo l’amore, voi Gen 4 che sapete fare gli atti d’amore, voi dovete far di tutto per fare questi atti d’amore e allora portare così l’amore nel mondo e verrà la pace”.

 BambinoconDado

I gen 4 di tutto il mondo ci stanno provando a “portare l’amore nel mondo” …e con l’amore “verrà la pace”:

Un giorno ho tirato il “dado dell’amore” ed è uscito “amare il nemico”. Pensando a una mia compagna di classe che durante l’intervallo mi picchia, mi sembrava che fosse difficile mettere in pratica quella frase, ma comunque volevo tentare. Qualche giorno dopo sono tornata da scuola felice: arrivando in classe mi sono seduta accanto a questa compagna che era anche un po’ “nemica” e le ho dato un bacio dicendo: “Adesso siamo amiche”. (Valentina, Brasile)

Un giorno Stoyan e Nikol dell’Ungheria stavano giocando con altri bambini in due gruppi. Ad un certo punto i gruppi cominciano a tirarsi sassi. Stayan e Nikol si ricordano che al mattino il dado aveva detto loro “amarsi a vicenda”. Hanno smesso subito e, fermando il “gioco”, hanno chiesto scusa all’altro gruppo. Poi hanno formato due squadre di calcio e giocato tutti insieme.

 

 

…e insieme a loro anche tanti altri bambini e bambine, ragazzi… come quelli che aderiscono al progetto Living Peace (http://livingpeaceinternational.org). Alcuni di essi ogni anno vengono addirittura nominati “Piccoli Ambasciatori della Pace” da parte del Cerchio Mondiale degli Ambasciatori di Pace (con sede a Ginevra):

Mia Stankovski e Matija Borcic sono due bambini che frequentano la scuola Raggio di Sole, nella cittadella Faro in Croazia. La scuola aderisce al progetto Living Peace. I bambini e le maestre delle loro classi li hanno proposti per essere nominati “Piccoli Ambasciatori di Pace” per questi motivi:

"Quando qualcuno si fa male, Mia corre subito da lui o da lei e lo consola". (Anica)

“Non si arrabbia quando altri non sono d'accordo con le sue proposte”. (Jana)

“Mia è tranquilla e in pace in mezzo ai bambini.  E' una buona amica, sa condividere e aiuta tutti senza fare differenze e in ogni occasione. Soprattutto aiuta quelli che hanno difficoltà”. (Slađana, maestra)

“Quando un giorno abbiamo litigato, Matija mi ha chiesto scusa e così abbiamo fatto pace. Una volta sono caduto per terra e lui è corso verso di me per chiedermi come stavo”. (Vito)

“E’ il mio miglior amico, è molto gentile e divide sempre quello che porta da casa con tutti. Spesso mi aiuta a riordinare e a disegnare”. (Jakov)

… siamo molti ma ora vogliamo dirlo ancora a tanti, tanti, tanti ed arrivare a….

“MIGLIAIA DI BAMBINI PER LA PACE!”

Ci aiuti anche tu?

- vivendo come Maria che ha sempre amato tutti

- ricominciando ogni giorno a scoprire come amare (gettando il dado dell’amore ogni mattina) e spiegandolo a tanti altri bambini e non solo!

- usando e facendo conoscere il dado della pace, che ci ricorda anche che per costruire la pace dobbiamo saper perdonare per ricominciare ad amare...

- e pregando per la pace (da soli, in famiglia, a scuola…) tutti i giorni, ma in modo speciale, come ci ha chiesto Papa Francesco,

       Venerdì prossimo, 23 febbraio,

- insieme, in tutto il mondo, chiederemo la pace per tutti i posti dove ancora non c’è ed in particolare per due paesi africani: la Repubblica Democratica del Congo ed il Soudan del Sud.

…e se vuoi dirci com’è andata, quanti siete, cosa hai fatto per vivere, pregare per la pace con i tuoi amici, compagni, a scuola, al catechismo, nel negozio, al parco, ovunque, scrivilo qui sotto!

Sarà bello conoscere quanto amore avranno portato nel mondo tutti questi bambini per la pace!

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.